welcome november

43281cb01d2e8b54d2cbbc95c8b41f2f.jpg

benchè non sia un’amante delle mezze stagioni, e benchè il grigio della nebbia che circonda tutto e che spesse volte accompagna queste nostre giornate di pianura, non posso non amare questo mese.

amo i colori e le sfumature dell’autunno, il sole e la sua luce timida, i vetri appannati ed il rumore delle foglie a terra.

e sebbene per molti aspetti sembra che la terra si addormenti e si prepari al riposo invernale, in realtà i frutti che ci regala sono tantissimi ed ottimi per affrontare al meglio la stagione fredda.

e si aprono le danze delle zuppe, dei tortini al forno, delle torte e dei the caldi.

la stagione dei minestroni e delle creme, dell’arancione, del marrone e del rosso.

insomma, cosa ci aspetta sulla tavola di novembre?

  • finocchi
  • cavolfiore
  • carciofi
  • rabarbaro
  • patate novelle
  • barbabietole
  • cipolla
  • sedano/sedano rapa
  • lattuga/indivia/valerianella
  • topinambur
  • cicoria
  • ravanelli
  • fagioli
  • funghi
  • zucca
  • radicchio

insomma una tavola piena di colore e di sapore!

Alessandro è in pieno svezzamento e la stagionalità è la primissima regola che ci siamo dati.

per il resto stiamo puntando tutto su una dieta free che segua anche le nostre preparazioni.

a breve cercherò di essere puntuale e stilare la mia lista della spesa con l’elenco delle verdure che acquisterò per le nostre preparazioni.

nel frattempo vi lascio con una ricetta molto easy rubata dall’interessantissimo ( e consigliatissimo) blog di Rachele.

Pane alla zucca arrostita con feta ed erba cipollina

Pane alla zucca arrostita con feta ed erba cipollina

la prima pappa non si scorda mai

dopo un periodo abbastanza soffocante rinasco dalle mie ceneri e come una fenice vi racconto cosa è successo in questi giorni.

come si evince Alessandro ha iniziato a mangiare.

mentre con Nicolò l’inizio dello svezzamento mi lasciò un pò di malinconia per la perdita di quel legame totalmente esclusivo che si avviava verso il debutto di Nicolò a tavola, questa volta è stato diverso lo ammetto.

non perchè voglia meno bene ad Alessandro o perchè sia faticoso allattarlo (anche se in alcuni momenti lo diventa, quando sei sola a casa con entrambi ed entrambi hanno esigenze diverse ma nello stesso momento).

piuttosto perche Alessandro è insfamabile!

ho coniato questo nuovo termine che chissà, un domani, troveremo nel nostro Zanichelli insieme a “petaloso”.

proprio così, Alessandro è letteralmente quello che si definisce “un pozzo senza fondo”.

proprio ora mentre scrivo e sgranocchio un grissino lui si sta lamentando, guardandomi come un falco pellegrino, e reclamando ciò che io stringo voracemente tra le labbra.

insomma ci siamo capiti no?

ecco questo è Alessandro!

IMG_6433.JPG

IMG_6428.JPG

e queste ultime due settimane chiedeva di essere attaccato costantemente, senza tregua, visibilmente insoddisfatto sebbene io di latte ne abbia davvero tantissimo.

ecco allora che la pediatra ci ha proposto di iniziare con frutta e pappe vista la sua crescita al 97° percentile ed il suo evidente appetito.

abbiamo iniziato con frutta a metà mattina e pappa a pranzo, ma ben presto siamo arrivati a frutta alla mattina, pappa a pranzo, frutta al pomeriggio e se a cena si più spiluccare qualcosina…

IMG_6416.JPG

insomma una voracità degna di un orso grizzly.

di pari passo va poi lo scarto prodotto sia chiaro!

è evidente che però ad Alessandro questa nuova esperienza sta piacendo davvero tantissimo e vedeste come è bravo ed attento a fare in modo che tutto finisca esattamente in bocca senza macchiare alcun vestito!

a tavola abbiamo poi raggiunto un compromesso con Nicolò: al momento non staranno seduti vicini!

non perchè Nicolò non sia responsabile ed attento (non avvicina mai ad Alessandro cibi che sa che non può mangiare perchè piccolo) ma piuttosto perchè è Alessandro che tira la maglietta a suo fratello e prova a rubargli ciò che ha in mano.

insomma, ci vuole attenzione!

e mentre vi lascio in attesa di riuscire a scrivervi e raccontarvi anche di questi primi 6 mesi, vi saluto, Alle ha fame e si è fatta quasi l’ora della pappa per lui.

ciao!