||pause

siamo abituati a correre la maggior parte delle ore delle nostre giornate come piccole formiche operose, affannandoci tra lavoro, casa, figli, attività extra

sempre di corsa, sempre con i minuti contati, sempre con l’orologio sott’occhio ed il telefono in mano

siamo abituati a non avere mai tempo per nulla perché il nostro tempo è già pianificato, programmato, incastrato e soprattutto DEVE ESSERE PRODUTTIVO E MONETIZZARE

siamo abituati ad affidare l’educazione e l’istruzione dei nostri figli alla scuola, a riempire il loro tempo rimanente tra i compiti e la cena delegando ad attività sportive, ricreative, culturali l’intrattenimento di qualità dei nostri figli come se fosse sempre necessario riempire ogni spazio e colmare i vuoti

questo tempo ci sta imponendo di rallentare, di fermarci un pochino costringendoci a guardarci attorno, a riprendere in mano i nostri spazi ed a recuperare ciò che avevamo lasciato indietro:il cambio stagione negli armadi, un libro letto a metà, quel corso di cucina mai potenziato

ci costringe a rivedere le nostre priorità e ad annoiarci talvolta

ci costringe a ritornare a coltivare il valore della famiglia, del prendersi cura vicendevolmente, del fare insieme: i compiti, la colazione, una torta

ed anche se oggi pensiamo a ciò che ci è stato tolto, ritornerà presto il giorno nel quale ripenseremo a questo tempo e capiremo ciò che in verità ci è stato donato: il tempo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...